martedì 5 marzo 2013

Per cosa risparmi?

Oggi parliamo nuovamente di risparmio.

Dò per scontato che tu sappia quanto sia importante risparmiare e che l’abitudine a risparmiare sia radicata in te.

Potresti subito ribattere: “Ma come faccio a risparmiare in tempi di crisi come questi?”

Ci sono tantissimi modi per risparmiare, li ho descritti nel mio corso multimediale che ti invito a guardare: Guadagnare Risparmiando.

Se quindi diamo per scontato che sappiamo risparmiare… cosa ne facciamo del nostro risparmio?

Risparmi per:
1) la pensione, le emergenze, o i grandi acquisti?
2) oppure risparmi per investire e ottenere un reddito dai tuoi risparmi?

Si può dire che non ha molta importanza, ma c'è una differenza fondamentale di prospettiva tra i due approcci (si potrebbe sostenere che con l'introduzione del credito facile un terzo approccio è nato: l'approccio dello “spender”, ossia di chi spende soldi che deve ancora guadagnare…)

Io sono fondamentalmente un risparmiatore.

Il "risparmiatore" in ultima analisi, risparmia denaro per spenderlo in un secondo momento.

Una persona che mette una parte del suo stipendio in un PAC (piano di accumulo) è fondamentalmente un risparmiatore.

Potresti pensare che sia un investitore, ma se ci pensi bene non lo è.

Il suo obiettivo è quello di ritirare i soldi tra parecchi anni, per spenderli.

Può darsi che al momento di ritirare i soldi dal PAC questa persona diventi un investitore perché il suo obiettivo è cambiato e vuole ottenere un reddito dai i suoi soldi, ma fino ad allora si tratta di un risparmiatore perché non ottiene alcuna entrata.

Il vero investitore risparmia denaro da investire per ottenere un flusso di reddito.

Dopo aver analizzato in questi anni come funziona il denaro ho capito che dovevo trasformarmi: da semplice risparmiatore a investitore (il secondo passaggio, quello che sto attraversando è quello di diventare un investitore sempre migliore).

La chiave del successo è quello di gestire le tue finanze personali proprio come un business: pensando al patrimonio e alle scorte e incentrato sull'efficienza e sul rapporto qualità-prezzo.

Non come un business qualsiasi ma un business che è flessibile, agile e adattabile.

Al contrario la maggior parte delle persone gestiscono le loro finanze personali come una perdita di tempo concentrandosi invece su come non perdere il posto di lavoro a causa della crisi.

Eppure è proprio in questi momenti che le finanze personali vanno gestite con intelligenza per diventare finanziariamente indipendenti.



Alla tua Indipendenza Finanziaria

Filippo

Nessun commento:

Posta un commento

aaa