giovedì 19 dicembre 2013

Mobile banking e conto corrente: comodità e sicurezza in pochi click

Oggi mi pregio di ospitare un articolo di un attento osservatore in materia di soldi e finanze personali: Francesco Valente.


Se esiste qualcosa che è stato davvero in grado di rivoluzionare il nostro approccio alla gestione delle risorse economiche questo è sicuramente il "mobile banking", ovvero la possibilità di accedere alla banca tramite i dispositivi portatili.

mercoledì 4 dicembre 2013

Sorpresa! Forse non siamo messi così male…

La fonte è molto autorevole: la Neue Zürcher Zeitung (Nzz).
 
L’autore dello studio molto competente in materia: l’economista Bernd Raffelhüschen, professore di Scienze finanziarie presso l’Università di Friburgo, in Germania.

La conclusione è molto sorprendente: l’Italia è il Paese che ha il debito pubblico più sostenibile d’Europa!

Possibile?


mercoledì 27 novembre 2013

Ritorno ai Fondamentali del Forex

Uno degli strumenti che preferisco per raggiungere l’Indipendenza Finanziaria è il trading online.

Per chi non lo sapesse, questa attività consiste nell’investire tramite internet su qualsiasi strumento finanziario (azioni, obbligazioni, ETF, ecc…)

In particolare, il mercato a mio parere più profittevole (e tutto sommato più facile da capire per i principianti) è il FOREX ossia la compravendita di valute (dollaro americano, euro, yen giapponese, sterlina inglese, ecc…).

martedì 19 novembre 2013

Ecco a cosa serve l’Expo

In questi tempi un po’ miseri cerchiamo qualcosa per essere orgogliosi di questa Italia.

Cosa potrebbe offrirci una speranza, un sorriso di compiacimento, una soddisfazione o una consolazione rispetto ai dati dell’Italia che sono sempre peggiori?

L’Expo 2015, la vetrina dell’Italia nel mondo!

MA è veramente così?

giovedì 26 settembre 2013

Via d’uscita per l’Italia?

Alla fine tutto si riduce a questo: chi dovrà pagare?

Nel dibattito che riguarda una possibile via d’uscita dell’Italia dalla sua mole ingestibile di debiti pubblici, sia espressi che nascosti tutto si riduce ad una singola domanda:
Chi dovrà pagare?

Mi spiego, supponiamo che
1:- l’Italia decida o sia costretta a “ristrutturare” il proprio debito (ossia a rinegoziarlo per alleggerirne il peso) in questo caso pagherebbero:

venerdì 6 settembre 2013

Slot machine, l'Imu salva la lobby

Oggi ti voglio parlare di una notizia passata un po’ in sordina nei media “tradizionali”… e chissà perché…

Chi si fosse illuso che il governo Letta fosse una svolta rispetto ai soliti personaggi della politica forse dovrà ricredersi: questa mossa che mi appresto a descriverti favorisce i soliti noti e gli amici degli amici (se non peggio…).

lunedì 29 luglio 2013

Lingotti o mele?

Che cosa disse Mark Twain osservando il suo necrologio pubblicato su un giornale locale? "La notizia della mia morte era una esagerazione." E' la stessa cosa con l'oro.

Abbiamo visto una superba corsa dell'oro in 10 anni. Eppure di recente abbiamo visto grandi vendite.

I media —— molti condizionati dai soliti sospetti —— riferiscono che l'oro non è più un rifugio sicuro per la protezione della ricchezza o dei guadagni a fronte di un'inflazione globale.

venerdì 21 giugno 2013

L’eurodeputato Farage: "Portate subito via i vostri soldi". Chi ancora li ha...

Oggi ti riporto un interessante articolo di Rossana Prezioso sulla situazione dell’Europa vista da una voce controcorrente nel Parlamento Europeo: Nigel Farage:

Il “colorito” politico britannico, ben lontano da rispecchiare il prototipo di impassibilità tutta anglosassone, non è nuovo a sortite del genere.

domenica 9 giugno 2013

I soliti noti?

In questi giorni sento molte persone che parlano della situazione economica americana (che poi a ruota influenza anche quella europea e quindi italiana).

Alla luce dei dati macroeconomici positivi che gli USA stanno evidenziando, si comincia ad ipotizzare di essere finalmente in fondo al tunnel di questa crisi che ci attanaglia ormai dal 2008.

Ma a quale prezzo, dico io?

sabato 27 aprile 2013

I Padroni del Mondo

Oggi parliamo di come funziona realmente l’economia.

Per sapere chi c’è dietro quello che sta succedendo e quali interessi ci stanno portando ad una economia sempre più in crisi (crisi che, non a caso, è partita dagli Stati Uniti).

mercoledì 13 marzo 2013

Mentalità: da che parte stai?

Il nostro successo deriva dai nostri risultati.

I nostri risultati sono un effetto delle nostre azioni.

Le nostre azioni scaturiscono dalle nostre decisioni.

Le nostre decisioni derivano dai nostri pensieri.

I nostri pensieri sono influenzati dalla nostra mentalità.

Ecco perché la mentalità che abbiamo nell’affrontare le piccole / grandi sfide che la vita ci pone davanti può far realmente la differenza nella nostra vita.

martedì 5 marzo 2013

Per cosa risparmi?

Oggi parliamo nuovamente di risparmio.

Dò per scontato che tu sappia quanto sia importante risparmiare e che l’abitudine a risparmiare sia radicata in te.

Potresti subito ribattere: “Ma come faccio a risparmiare in tempi di crisi come questi?”

martedì 26 febbraio 2013

Viva la libertà!... oppure no?

E la chiamano libertà? L’Europa investirà fino a 2 milioni di euro per farci spiare

La fonte è il prestigioso Telegraph: l’Europa investirà fino a 2 milioni per addestrare i funzionari a fare i troll.

Cosa significa?

martedì 19 febbraio 2013

Per decidere chi votare

Eh si, le elezioni politiche si avvicinano e noi bravi cittadini dobbiamo vincere il disgusto sempre più evidente, che ci prende alla bocca dello stomaco, verso la politica e andare a votare.

Eh si, perché anche se a volte ci sembra che non cambi niente, dobbiamo esercitare il nostro diritto/dovere e dire la nostra, scegliere i candidati che possano realmente fare l’interesse del popolo.

lunedì 28 gennaio 2013

Il paradosso del nostro tempo

Oggi ho ricevuto una mail molto bella, per cui ho deciso di condividerla sul blog anche se un po’ “off-topic” (modo elegante per dire...“fuori tema”).

E’ l'opera di George Carlin dal titolo “il paradosso del nostro tempo”.

"Il paradosso del nostro tempo nella storia è che abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.

venerdì 11 gennaio 2013

Proviamo a spiegare la crisi?

Qualche tempo fa il mio amico Edoardo mi ha inviato una mail illuminante (e divertente): appena l'ho vista ho subito pensato che avrei dovuto condividerla sul blog.

E' una spiegazione di come siamo arrivati alla crisi di cui ancora non vediamo la fine:

aaa