venerdì 16 marzo 2012

Fare la spesa per 4 con 50 euro

Più passa il tempo e più i prezzi aumentano… mai una volta (tranne rarissimi casi) che a distanza di tempo siano più convenienti!

A causa degli aumenti generalizzati dei beni alimentari spesso è difficile rispettare il budget di spesa che ci si impone ogni mese, specie se ai pasti normali si aggiungono feste o cene preparate per gli amici.

Tuttavia fare la spesa per ospitare 4 persone spendendo al massimo 50 euro non è una “mission impossibile”.

In primo luogo bisogna essere informati sull'aumento di prezzi dei beni di prima necessità.



Un pacco di pasta da 500g di marca può costare anche 1,23 euro e se non si riesce a rinunciare al caffè, è bene ricordare che il prezzo di questa bevanda è aumentato del 9,7%, insieme a quello dello zucchero (+8%).

La frutta fresca ha subito un rincaro del 12,8%, così come le bevande alcoliche e analcoliche, aumentate dello 0,7%.

Questi aumenti sono dovuti in buona parte alla lievitazione dei costi del trasporto su gomma.

Formaggi e latticini oggi costano il 4,9% in più, così come il pesce fresco, che su base annua, ha registrato una crescita del 4,2%.

Tutto ciò ha avuto un ovvia ricaduta sulle scelte che ogni famiglia fa per il proprio carrello della spesa.

E infatti le statistiche registrano un calo dei consumi alimentari inevitabile.

Cosa fare, quindi, per sfidare le proprie possibilità e conservare le proprie abitudini alimentari?

Innanzitutto è bene iniziare a frequentare meno le grandi catene di supermercati.

Scegliere cosa mangiare negli ipermercati e nei discount ti assicurerà un risparmio sicuro, senza rinunciare al gusto.

Spesso i prodotti che si trovano in questi punti vendita sono prodotti dagli stessi stabilimenti che producono alimenti “di marca”.

In secondo luogo, mai uscire di casa con la pancia vuota e senza una lista.

Fare la spesa con criterio, elencando in maniera dettagliata cosa serve, ti aiuterà ad evitare i “prodotti civetta” (quelli che attirano perché sottocosto), assolutamente inutili e che alla fine portano il conto della spesa in su.

Quando ti troverai davanti agli scaffali, non prendere mai la prima cosa che ti capita sottomano, ma analizza i prezzi accuratamente e, soprattutto, sposta lo sguardo in alto e in basso.

I supermercati adottano strategie di posizionamento in base al prezzo per invogliare l'acquirente ad acquistare ciò che per gli risulta più comodo afferrare.

Il prodotto posto nello scaffale centrale, a portata di mano di chiunque, è di solito il più costoso.

Negli scaffali alti e bassi, quelli più scomodi da raggiungere, sono posizionati i prodotti più convenienti.

Stai alla larga dal reparto “surgelati già pronti”!

Di sicuro i prodotti precotti, imbustati e congelati sono comodi e veloci da preparare, ma sono spesso più cari e meno sicuri di quanto pensi.

Inoltre, è bene portarci dietro sacchetti capienti e resistenti: con la nuova norma sulle buste di plastica entrata in vigore un sacchetto biodegradabile può incidere inutilmente sul budget.

Secondo il sito diredonna.it, la lista ideale per raggiungere lo scopo di sfamare 4 persone con 50 euro esiste, basta ispirarsi (e adattare ai propri gusti) a questa:

●    4 Kg di pasta (forme assortite) euro 2,10;
●    1 confezione di pelati con 4 barattoli euro 1,50;
●    4 fette di petto di pollo euro 3,70;
●    4 fette di arrosto euro 4,50 ;
●    2 confezioni di uova da 6 pezzi euro 1,60;
●    5 buste di latte da 1 litro intero euro 3,80;
●    1 confezione di biscotti secchi da 1 Kg euro 1,70;
●    1 confezione di cereali al cioccolato euro 1,60;
●    1 confezione di caffè da 250 gr. euro 1,30;
●    1 confezione di piselli surgelati da 1 Kg euro 2,20;
●    1 sacchetto di patate da 1,5 Kg euro 1,50;
●    2 insalate romane euro 1,00;
●    1 Kg di zucchine genovesi euro 1,50;
●    2 Kg di mele euro 1,80;
●    1 confezione di carote euro 0,80;
●    2 Kg di banane euro 2,10;
●    200 gr di formaggio grattugiato euro 2,30;
●    200 gr di prosciutto senza conservanti euro 1,50;
●    200 gr di provola dolce euro 1,20;
●    1 confezione di lenticchie secche da 500 gr euro 0,70;
●    1 confezione di tonno al naturale da 3 scatolette euro 1,70;
●    1 confezione di pane bianco euro 0,80;
●    1 confezione di ricarica di sapone liquido da 1 litro euro 1,00.

Totale scontrino euro 41,90 (i prezzi indicati si intendono arrotondati ai centesimi e per prodotti in offerta).

Buona spesa!

Alla tua Indipendenza Finanziaria

Filippo



Ti lascio con un video che fa riflettere:






Nessun commento:

Posta un commento

aaa