venerdì 10 giugno 2011

Sai aspettare, pensare e digiunare?


Come forse avrai notato, in via del tutto eccezionale, il blog ha fatto una pausa la settimana scorsa e non abbiamo pubblicato articoli.

Questo perché ho approfittato del ponte legato alla festa del due giugno e sono andato con mia moglie quattro giorni a Roma per il matrimonio di uno dei miei fratelli (dico “uno dei” perché siamo in 7: cinque maschi e due femmine).

Dopo questo preambolo torno subito a parlare di Indipendenza Finanziaria:

oggi mi sento di fare una citazione “dotta” perché la ritengo molto pertinente a questo blog:

"Il suo obiettivo lo attrae, perché non lascia entrare nulla nella sua anima che potrebbe opporsi alla meta. Questo è ciò che Siddharta ha imparato tra i Samana. Questo è ciò che gli stolti chiamano magia e credono che avvenga mediante i demoni. Nulla è effettuato da demoni, non ci sono demoni. Ognuno può eseguire la magia, ognuno può raggiungere i suoi scopi, se è in grado di pensare, se è in grado di aspettare, se è in grado di digiunare. "- Siddharta, Hermann Hesse

In questo breve passo del libro di Hermann Hesse troviamo anche l’elenco degli ingredienti necessari per raggiungere i tuoi obiettivi finanziari:

* Essere in grado di pensare.
* Essere in grado di aspettare.
* Essere in grado di digiunare.
* Non fare nulla che si opponga alla meta.

Vediamoli uno alla volta.


Essere in grado di pensare significa conoscere e comprendere le finanze personali.

A volte significa prendersi la briga di leggere i caratteri piccoli di un contratto e le sue implicazioni: se quelle persone che hanno fatto un mutuo troppo grosso perché attratti dai bassi tassi variabili si fossero fermate a pensare, si sarebbero rese conto che al risalire dei tassi non sarebbero più stati in grado di pagare!

Se quelli che non fanno altro che aspettare lo stipendio di fine mese per spendere tutto quello che guadagnano si fermassero a pensare, si renderebbero conto che una spesa imprevista o un incidente potrebbe mandare all’aria la loro vita.

Se coloro che investono senza strategia e senza sapere quello che fanno si fermassero a pensare, si renderebbero conto che inevitabilmente vanno in contro a molte delusioni.


Essere in grado di aspettare significa avere la pazienza di scegliere una strategia e portarla fino in fondo.

Le persone non diventano ricche in una notte.

Ci vogliono tempo e tenacia.

Anche un minimo di 100 euro risparmiati ogni mese possono fare molto, anche se all’inizio possono sembrare una goccia nel mare.

Coloro che non sanno aspettare e bruciano i loro risparmi di volta in volta falliranno.

Significa anche perseverare con gli investimenti scelti (purchè non palesemente azzardati) invece di cambiarli ogni volta che il mercato diventa negativo.


Essere in grado di digiunare non vuol dire morire di fame.

Significa essere in grado di dire no alla gratificazione immediata.

Significa dire no al credito facile, che deve essere ripagato un giorno con interessi elevati.

Significa separare i desideri presenti dalle esigenze e dai sogni futuri.

Questo significa anche controllare i desideri e non farsi prendere troppo dalla pubblicità.

A volte può significare anche saper aspettare un'ora per bere l'acqua del rubinetto piuttosto che acquistare una bottiglietta al bar e pagarla 2 euro.


Non opporsi al traguardo significa che le azioni controproducenti vanno evitate.

Non ha molto senso risparmiare sui centesimi se poi si buttano via i soldi in grosse spese futili (magari pensando “eh… tanto ho risparmiato 3 euro sulla spesa oggi…”).

Significa essere sulla stessa frequenza del proprio coniuge (altrimenti qualunque sforzo sarà inutile).

Non opporsi all'obiettivo significa vivere responsabilmente e non come un martire che deve dire no a tutto.

Ed ora, prima di lasciarti ecco qualche perla su donne e motori...:



:-))))))))

Alla tua Indipendenza Finanziaria

Filippo





4 commenti:

  1. Ottimo bravo!Soprattutto "essere in grado di aspettare"....L'avidita' e' un'emozione da gestire bene, perche' quando si conoscono strumenti importanti per l'indipendenza finanziaria ti viene davvero da "strafare" ;-D
    (soprattutto con le leve, sai di cosa parlo!)
    E' normale, basta rendersene conto e impostare obiettivi finanziari COSTANTI e redditizi allo stesso tempo, il giusto, senza pensare al "voglio raddoppiare il capitale in un mese" :-D

    Per quello...provate ad andare al casino'...Chissa', magari avete culo, ma non ve lo consiglio!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Andrea, hai colto nel segno un aspetto importante: se ci si lascia prendere dalle emozioni (in questo caso avidità o azzardo) si rischia di farsi molto male... A presto!

    RispondiElimina
  3. Ho davvero apprezzato questo post. E' il sunto dell'approccio vincente, come una tavola dei comandamenti. Gestire le proprie finanze responsabilmente e con cognizione di causa, con fermezza e senza tentennamenti può fare solo bene!

    RispondiElimina

aaa