venerdì 28 gennaio 2011

L’economia di Robinson Crusoe (ultima parte)


La scorsa settimana ti avevo lasciato con una domanda: chi preferiresti essere, Robinson o Venerdì?

Ossia chi si è creato una rendita o chi è schiavo del proprio debito?

Come promesso con l’ultima puntata di Robinson Crusoe vediamo i 5 passi da seguire.

Presumendo che tu voglia veramente essere come Robinson, la prima cosa da fare è lavorare duramente e risparmiare qualche soldo.

La seconda cosa da fare è stabilire un fondo d'emergenza.

La terza cosa da fare è investire.

La quarta è quella di generare flussi di reddito.

E la quinta cosa da fare è andare in pensione e trascorrere ogni giorno in spiaggia.

Non puoi saltare alcun passaggio, non puoi arrivare al quinto step prima di aver fatto il quarto e non puoi arrivare al quarto se prima non hai fatto il terzo, e così via.

Tutto comincia con fare più denaro di quanto si spende.

Senza questo, tutto il resto è nulla.

Non ho citato il debito nei cinque passaggi.

Il motivo è che il debito è un modo sofisticato per diventare ricchi.

Non è strettamente necessario.

Il debito non dovrebbe a mio avviso essere mai visto come un'opportunità per il consumo.

Può affondare la tua nave finanziaria molto velocemente!

Comunque, vediamo come funziona il debito della società ora.

E' quasi dato per scontato, al giorno d’oggi che i beni di grande valore sono finanziati con debito.

Raramente negoziamo il prezzo in contanti, di solito negoziamo la rata mensile.

Questo vale per le case e le automobili.

Ma anche – e sempre più – per l’arredamento, l'elettronica (tv, computer, ecc…) e, naturalmente, grazie alle carte di credito potenzialmente tutto.

Il sistema è impostato in questo modo.

Robinson sa che Venerdì può cogliere 100 bacche in una giornata e ottenerne così un risparmio di 20.

Ciò significa che Venerdì può pagare 20 bacche al servizio del debito in un giorno.

Se l'interesse è del 2% al giorno (per farla semplice), Venerdì può prendere in prestito 1.000 bacche, perché il 2% di 1000 è di 20 che è quello che Venerdì grado di produrre.

Con le 1.000 bacche Venerdì può ottenere una capanna, una nuova serie di vestiti, e una bella barca.

Tuttavia, avendo raggiunto il limite massimo di sua capacità di rimborso, Venerdì è ora alle dipendenze a tempo pieno di Robinson.

Vale a dire che è diventato a tutti gli effetti uno schiavo del proprio indebitamento.

Sarà molto difficile uscire da questo debito, perché
a) non ha più soldi da investire per aumentare il suo reddito (ad esempio ottenere un bastone)
b) anche se lavora un'ora in più ogni giorno dovrà passare un lungo periodo di tempo per pagare l'equivalente di 1000 bacche.

Questo spiega perché il credito al consumo superfluo non è mai una buona idea.

La soluzione migliore è qui, naturalmente, di non cadere nella tentazione iniziale: credere che il credito al consumo sia denaro gratuito.

Si tratta essenzialmente di come il mondo si tiene legato insieme.

Naturalmente la maggior parte di noi ha un certo risparmio, alcuni investimenti e qualche debito allo stesso tempo.

Che cosa rende alcune persone ricche e alcuni poveri è dovuta alla diversità delle scelte che facciamo quando si tratta di lavoro, di risparmio, di spesa, di investimento e di debito.

La ricchezza è una condizione relativa: è ricco chi guadagna di più di quanto spende e, viceversa, è povero chi ha esigenze superiori al reddito” Luciano De Crescenzo



Alla tua Indipendenza Finanziaria

Filippo

Nessun commento:

Posta un commento

aaa