venerdì 3 dicembre 2010

Creatività: ecco il vero tesoro che ci apre le porte del successo

donna creativa
Oggi voglio parlarti di una cosa che ho letto alcuni mesi fa e che mi ha confermato come la vera risorsa per il nostro successo non sono vicende, luoghi, abilità, fortune, conoscenze… ma siamo noi, con il nostro cervello e la nostra creatività.

Lo spunto me lo ha dato un articolo che parlava di come tantissime scuole in Italia, a fronte della riduzione sempre più pesante dei fondi dallo Stato, si sono ingegnate per trovare fonti alternative di incassi e poter così salvaguardare l’offerta formativa.

C’è chi per esempio, come la scuola elementare di via Clericetti a Milano, organizza doposcuola un po' particolari: aperitivi musicali con band di stranieri (dai Sinafrica, storico gruppo di immigrati africani ai gruppi rom) con un duplice effetto benefico: un messaggio di integrazione, ma soprattutto l'esigenza di raccogliere fondi.

“Negli ultimi cinque anni i finanziamenti statali alla nostra scuola sono diminuiti del 50% - spiega un membro dell' associazione genitori che siede nel consiglio di istituto.
A questo si aggiungono 134mila euro di crediti vantati nei confronti del ministero per finanziamenti dovuti e mai arrivati. Il nostro timore è che la scuola dei nostri figli sia costretta a rinunciare ad alcuni progetti indispensabili, come la musica e l'attività motoria”.

Alla scuola Marcolini di Brescia ogni tre mesi i genitori organizzano una raccolta tappi e con il ricavato comprano la carta e il materiale didattico.

A Verona, all’istituto Golosine, l’occasione è stata la consegna delle pagelle: è stata organizzata una bancarella per contribuire alla spesa per i collegamenti internet ADSL.

A Roma, al liceo classico Dante Alighieri, il noleggio delle aule consente di finanziare il laboratorio teatrale.

O a Fano, negli istituti professionali del polo scolastico 3, dove il ricavato viene speso per la cancelleria e le spese di segreteria: le aule di informatica sono state interamente rinnovate con la formula del leasing e affittate al pomeriggio per corsi di formazione, mentre un'altra entrata è rappresentata dal contributo versato del rivenditore di merendine che apre il suo banchetto quando suona la campanella dell'intervallo.

C’è addirittura chi, come l’istituto Rinnovata Pizzigoni di Milano, offre spesso l’ambientazione per servizi fotografici e riprese per spot pubblicitari.

“Il nostro edificio - racconta la preside Giovanna Mezzatesta - è già stato utilizzato come scenario per spot pubblicitari, scatti per riviste, soap opera e film. Per noi è un modo per avere risorse aggiuntive: con le riprese fotografiche, ad esempio, riusciamo a guadagnare tra i mille e i 1.500 euro”.

Perché ti ho raccontato questi episodi?

Perché di fronte ai problemi (“ho perso il lavoro, non guadagno abbastanza, non riesco a pagare l’affitto, ecc…”) puoi lamentarti che le cose non funzionano o puoi cercare nuove soluzioni.

Puoi rimanere nei tuoi schemi mentali (non so fare altro, non ho opportunità, ecc…) oppure usare la tua creatività per cogliere opportunità completamente nuove.


Non si tratta tanto di pensare di più, quanto di pensare diversamente” Jean Marie Domenach


Parlando di creatività, goditi questo spot che consiglia di smettere di fumare...:




Alla tua indipendenza finanziaria,

Filippo

Nessun commento:

Posta un commento

aaa