venerdì 8 ottobre 2010

Sex & money

ragazza sexy
Qualche tempo fa ho letto un articolo su un fatto realmente accaduto.

Una affascinante ragazza di New York ha scritto a un noto sito americano di finanza chiedendo consigli su come trovare un marito ricco in maniera piuttosto esplicita.

L’annuncio era già di per sé curioso e divertente, ma il vero spasso lo riserva la risposta, a dir poco geniale, dell’esperto di finanza…

In basso, riporto prima il messaggio della ragazza e poi la risposta che ha ricevuto.

LEI: “Sono una ragazza bella (anzi, bellissima) di 28 anni. Sono intelligente e ho molta classe. Vorrei sposarmi con qualcuno che guadagni minimo mezzo milione di dollari l’anno.

C’è in questo sito un uomo che guadagni ciò? Oppure mogli di uomini milionari che possono darmi un suggerimento in merito?

Ho già avuto relazioni con uomini che guadagnavano 200 o 250 mila dollari, ma ciò non mi permette di vivere in Central Park West. Conosco una signora che fa yoga con me, che ha sposato un ricco banchiere e vive a Tribeca, non è bella quanto me e nemmeno tanto intelligente.

Quindi mi chiedo, cos’ha fatto per meritare ciò e perché io non ci riesco? Come posso raggiungere il suo livello?”

LUI: “Premetto che non sto rubando il suo tempo, dato che guadagno 500 mila dollari l’anno. Detto ciò, considero i fatti nel seguente modo: quello che lei offre, visto dalla prospettiva di un uomo come quello che lei cerca, è semplicemente un pessimo affare.

E ciò per i seguenti motivi: lasciando perdere i bla bla bla, quello che lei suggerisce è una negoziazione molto semplice. Lei offre la sua bellezza fisica e io ci metto i miei soldi.

Ma c’è un piccolo problema. Di sicuro, la sua bellezza diminuirà poco a poco e un giorno svanirà, mentre è molto probabile che il mio conto in banca aumenterà continuamente.

Dunque, in termini economici, lei è un attivo che soffre di deprezzamento, mentre io sono un attivo che rende dividendi.

Spiego meglio: oggi lei ha 28 anni, è bella e continuerà così per i prossimi 5/10 anni, ma sempre un po’ meno e all’improvviso, quando lei osserverà una foto di oggi, si accorgerà che è diventata una pera raggrinzita.

Questo significa, in termini di mercato, che oggi lei è ben quotata, nell’epoca ideale per essere venduta, non per essere comprata.

Usando il linguaggio di Wall Street, chi la possiede oggi deve metterla in “trading position” (posizione di commercio) e non in “buy e hold” (compra e tieni stretto) che, a quanto sembra, è quello per cui lei si offre.

Quindi, sempre in termini commerciali, il matrimonio (”buy and hold”) con lei non è un buon affare a medio/lungo termine.

In compenso, affittarla per un periodo, può essere, anche socialmente, un affare ragionevole e potremmo pensarci su.

…Potremmo avere una relazione per un certo periodo…huuummm…

Pensandoci meglio e per assicurarmi quanto intelligente, di classe e bellissima lei è, io, possibile futuro “affittuario” di tale “macchina”, richiedo ciò che è di prassi: fare un test drive.

La prego di stabilire data e ora. Cordialmente. Suo investitore.”


Morale della favola: sesso e soldi non vanno di pari passo… ;-)))



Dai una occhiata a questo test drive...:



Alla tua indipendenza finanziaria,

Filippo

Nessun commento:

Posta un commento

aaa