giovedì 11 marzo 2010

I soldi possono comprare tutto?

cuori e ospedali

Ieri sono uscito da una seduta con l'osteopata e mi è venuto in mente un pensiero che voglio condividere con te.


L’osteopata, una donna molto brava, mi ha fatto “scrocchiare” la colonna vertebrale per più di un’ora e mi ha raddrizzato la schiena e il bacino.


Sono uscito estremamente rilassato e mi sentivo realmente più in forma.


Mi sono chiesto: se fossi stato in una situazione di precarietà finanziaria mi sarei potuto permettere un’ora per il mio benessere personale?


Lo dico apertamente: il denaro non può comprare le cose più importanti della nostra vita: l’amore, l’amicizia, la generosità, la compassione, il carisma, la lealtà, la gratitudine… e potrei continuare per molto.


Ma diventare finanziariamente indipendenti ci permette, paradossalmente, di non concentrarci solo ed esclusivamente sul denaro ma sulle cose che per noi realmente contano.


Tra le cose che ritengo per me importantissime c’è la salute, il movimento, l’energia personale: se manca questo difficilmente potremo portare avanti i nostri obiettivi.


Leggendo le biografie di tante persone di successo, alla domanda: “se tornasse indietro, cosa cambierebbe”? la risposta spesso è stata: “avrei dedicato più tempo alla mia salute e al mio benessere fisico”.


Sono cose che magari quando si è giovani si danno per scontate, salvo poi pagarne le conseguenze quando si raggiungono i 50 anni… e visto che l’età media delle persone in Italia viaggia sempre di più verso gli 80-85 anni, direi che rischiamo di ipotecarci quasi mezza vita!


Dopotutto lo diceva anche Schopenhauer: "La salute non è tutto, ma senza salute tutto è niente."


Pertanto iscriversi in palestra o ad un corso di nuoto o ad una serie di massaggi o una settimana al centro benessere, può essere molto importante per noi ma potremo farlo solo se abbiamo raggiunto l’indipendenza finanziaria, solo se le nostre finanze personali ci hanno permesso di ripagare i debiti “cattivi” (più avanti spigherò la differenza tra debiti buoni e debiti cattivi) e il nostro Conto Economico è stabilmente positivo (per chi ha letto il mio Special Report, che puoi scaricare gratuitamente inserendo i tuoi dati nel box a fianco, sa di cosa parlo).





Alla tua l’indipendenza finanziaria,

Filippo

Nessun commento:

Posta un commento

aaa